Percorsi di orientamento giovani e donne.

//Percorsi di orientamento giovani e donne.

Percorsi di orientamento giovani e donne.

Finanziati dal Comune di Fiorano Modenese due percorsi con target giovani e donne, articolati in 4 moduli tenuti in modalità laboratoriale (MazeLab), ciascuno finalizzati all’empowerment e alla scoperta di potenzialità, nuovi sbocchi professionali e sviluppo delle abilità personali (le Soft Skills). Entrambi tenuti a Casa Corsini
Il primo partito lunedi scorso, il 30 Ottobre, ha visto i ragazzi impegnati nella riscoperta delle proprie potenzialità e competenze, alcune minimamente testate in stage o esperienze extra lavorative, altre mai sviluppate ma presenti nella vita di tutti i giorni e riconosciute dal gruppo famigliare amicale. I percorsi di crescita si iniziano sempre così, dal rappresentare una fotografia, un’ immagine della persona tarata sul qui e ora della sua vita. Si riscoprono antiche attitudini dimenticate o mai valorizzate, si focalizza sulle competenze personali, atteggiamenti, stili comunicativi e di narrazione di se, scegliendo i più funzionali ad un possibile obiettivo formativo della persona che si declinerà in seguito in obiettivo professionale. E’, infatti nell’area dell’obiettivo lavorativo che ci addentreremo nel prossimo modulo, di lunedì 06 Novembre; la formatrice Daniela Ottolini cercherà di facilitare nei ragazzi un’apertura a differenti possibilità di futuro, perché la finalità del percorso è poi delineare insieme uno stile di vita consono e adeguato alla realtà e alle aspirazioni (che ricopre area formativa, lavorativa, le relazioni sociali), quello che gli esperti di orientamento e coaching attualmente chiamano “Life Design” o ” Career Construction”. Si andrà avanti il lunedì 13 Novembre,con una esperienza di gruppo in role playing rispetto alla comunicazione in contesti lavorativi e si terminerà il lunedì 20 Novembre con il metodo di ricerca del lavoro: networking,canali di ricerca del lavoro, progettare i piani d’azione.

Il secondo percorso, rivolto principalmente alle donne o a chi non riesce a trovare o mantenere un lavoro anche a causa delle esigenze famigliari. Qui si lavorerà principalmente sull’empowerment delle competenze trasversali e sulla scoperta delle potenzialità da riorganizzare e utilizzare in modo creativo e alternativo. Se il mondo del lavoro diviene sempre più articolato,frammentato, dinamico e flessibile, anche le esigenze famigliari sono sempre più a carico di nuclei famigliari chiusi alla socialità che hanno l’attitudine a far conto su se stessi. Manca l’apertura alla socialità, la condivisione di aspettative e responsabilità che limita notevolmente la possibilità di sondare sacche di lavoro ancora da colmare, meno visibili attraverso i noti canali di ricerca del lavoro. Il percorso vuole accompagnare donne che non lavorano alla riscoperta creative dei propri saper fare e all’attivazione nella ricerca di mansioni che possano rispecchiare la loro personalità e allo stesso tempo inserirsi nei ritmi delle esigenze famigliari.

Di | 2017-11-03T13:48:16+00:00 3 novembre 2017|News|0 Commenti